PARTE 4 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE


1)         Non possono ricoprire incarichi sociali coloro che abbiano riportato condanne o problemi legali che
possano influire sul buon nome della Associazione Italus.
Tutti gli incarichi sociali (quale presidente, vice presidente, tesoriere, segretario, revisore dei conti, direttore e redattore/i della rivista) s'intendono a titolo gratuito e onorifico. Sono tuttavia previsti rimborsi per spese effettivamente sostenute e documentate, nonché preventivamente autorizzati.
Solo i membri del Consiglio Direttivo, eletti dall’Assemblea degli Aderenti, possono mettersi in lista per essere nominati a ricoprire cariche associative.
Tutti i nominati possono ricoprire il massimo di due cariche associative contemporaneamente, e possono essere rieletti per due mandati consecutivi.

2)         Tutte le cariche rivestite nell’Associazione vengono nominate tramite votazione del Consiglio
Direttivo, con voto favorevole del 50%+1 degli aventi diritto al voto, le cariche eletti sono rieleggibili per non più di due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.


3)       Sono Organi dell'Associazione:
v l'Assemblea degli Aderenti all'Associazione;
v il Consiglio Direttivo;
v il Presidente dell’Associazione;
v il Collegio dei Revisori dei Conti;
v il Direttore della Rivista Artemisia;
v il Centro Studi Italus (C.S.I.)
v il Gruppo di Volontariato, denominato il G.V.A.I.(Gruppo di Volontariato dell’Associazione Italus)


   ASSEMBLEA DEGLI ADERENTI ALL’ASSOCIAZIONE
L’Assemblea è composta da tutti gli aderenti all’Associazione Italus, quindi dai Soci Fondatori, Sostenitori e Ordinari, ed è organo sovrano dell’Associazione stessa.
Il Socio Ordinario può partecipare all'Assemblea, ma senza diritto di voto o di rivestire cariche associative.
Possono partecipare all'Assemblea tutti gli aderenti che alla data di convocazione risultino in regola con il pagamento della quota associativa.
L’Assemblea può riunirsi anche in un luogo diverso dalla sede legale purché in Italia.

ALL’ASSEMBLEA DEGLI ADERENTI SONO ATTRIBUITE LE SEGUENTI FUNZIONI:
· provvede alla nomina del Consiglio direttivo;
· delibera sulle modifiche al presente Statuto;
· delibera lo scioglimento e la liquidazione dell’Associazione;
· delibera quant’altro a lei demandato per legge o per statuto.

L’Assemblea è convocata dal Presidente, ogni qualvolta questi lo ritenga opportuno, oppure ne sia fatta richiesta motivata da almeno 1/3 degli aderenti o da almeno 1/3 dei consiglieri, mediante comunicazione scritta contenente l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora della riunione, sia in prima che in seconda convocazione, e l’ordine del giorno.
Tale comunicazione dovrà essere inviata a tutti i soci e affissa in tutte le sedi dell’Associazione, pubblicata su quotidiano locale e resa nota tramite il sito internet ufficiale dell’Associazione Italus, almeno quindici giorni prima dalla convocazione.
L'Assemblea è validamente costituita ed atta a deliberare qualora in prima convocazione siano presenti almeno la metà dei suoi membri, mentre in seconda convocazione è validamente costituita qualunque sia il numero dei presenti.
La riunione di seconda convocazione viene convocata solo in caso se ne preveda la necessità (come per la ridiscussione di provvedimenti); essa non può svolgersi nello stesso giorno fissato per la prima convocazione. Ogni aderente all'Associazione, ad esclusione del Socio Ordinario, ha diritto di voto, esercitabile solo in presenza fisica e non delegabile.
L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente, in assenza di entrambi dal più anziano di età dei presenti.
Spetta al Presidente constatare la regolarità delle riunioni e in genere il diritto di intervento e di voto dei presenti all’Assemblea.
Delle riunioni di Assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente, dal Tesoriere e dal Segretario.
Per le modifiche statutarie, occorre il voto favorevole del 70% dei votanti sia nella convocazione dell’Assemblea degli Aderenti che del Consiglio Direttivo.
Le delibere e le iniziative vengono approvate e proposte al Consiglio Direttivo, per l’approvazione finale, solo se durante la riunione dell’Assemblea degli Aderenti sia stato raggiunto il 50%+1 di voti favorevoli.
Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione nelle sedi del relativo verbale e la pubblicazione sulla rivista “Artemisia” e sul sito internet ufficiale dell’Associazione.
Per la deliberazione di scioglimento e liquidazione dell'Associazione Italus occorre il parere e il voto favorevole dei ¾ (tre quarti) dei Soci Aderenti sia nella convocazione dell’Assemblea degli Aderenti che in quella del Consiglio Direttivo.


   -CONSIGLIO DIRETTIVO
L'Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da un minimo di 4 (quattro) membri a un
massimo di 10 (dieci), eletti dall'Assemblea degli Aderenti su lista proposta dai Soci Fondatori e dai Soci Sostenitori. L’Assemblea degli Aderenti ha diritto di eleggere i membri del Consiglio Direttivo, con votazione finale del 50%+1 di voti favorevoli.
Il Consiglio deve essere composto da Soci Fondatori e Soci Sostenitori, possibilmente in ugual misura.
Il Consiglio Direttivo rimane in carica 6 (sei) anni e i suoi componenti sono rieleggibili per più mandati consecutivi.
Qualora per qualsiasi motivo venga meno la maggioranza dei consiglieri, l'intero Consiglio Direttivo s'intende decaduto e occorre dar luogo alla sua rielezione.

In caso di dimissioni o decesso di un consigliere, il Consiglio alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone convalida alla prima riunione dell’Assemblea degli Aderenti. In caso di non convalida, sarà la stessa Assemblea degli Aderenti a nominare direttamente, con voto favorevole del 50%+1, il consigliere mancante.
Il Consiglio nomina, tra i Consiglieri eletti che compongono lo stesso Consiglio, con il voto favorevole del 50%+1, il Presidente dell’Associazione, il Collegio dei Revisori dei Conti (composto da un Tesoriere, un Segretario e da un Revisore dei Conti) e il Direttore della Rivista “Artemisia”.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.
I componenti del Consiglio Direttivo, possono ricoprire il massimo di 2 (due) cariche è hanno l’obbligo di versare una quota associativa annuale di euro 20,00, pena il decadimento della carica ricoperta.
Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente, dal Tesoriere e dal Segretario dell’Associazione Italus.
Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice Presidente, dal Tesoriere e dal Segretario; in assenza di una di queste cariche la riunione del Consiglio viene rimandata.
Per la validità delle riunioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio.
Le delibere e le iniziative vengono attuate solo se durante la riunione del Consiglio Direttivo sia stato raggiunto il 50%+1 di voti favorevoli. In caso di parità durante la votazione si ricorre al referendum tra tutti i soci dell’Associazione, anche tra coloro che non avrebbero diritto di voto.
Le delibere o iniziative vengono attuate solo se ricevono il 50%+1 di voti favorevoli e se il Presidente (in sua mancanza il suo vice presidente), il Tesoriere e il Segretario ne hanno firmato l’approvazione. In mancanza di queste formalità le delibere o iniziative devono essere ridiscusse e riesaminate.
Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario, o che ne sia fatta richiesta da almeno 3 (tre) dei suoi membri, e, comunque, almeno 2 (due) volte all’anno per deliberare in ordine al consuntivo ed al preventivo, all’ammontare della quota sociale o per delineare le iniziative, gli scopi o le delibere dell’Associazione Italus.
La convocazione è fatta mediante posta o posta elettronica, contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora della riunione e l'elenco delle materie da trattare; deve essere spedita a tutti i componenti del Consiglio Direttivo almeno quindici giorni prima della riunione e deve comunque giungere al loro indirizzo almeno 5 (cinque) giorni prima della data fissata. Il Consiglio Direttivo è comunque validamente costituito ed è atto a deliberare, anche in assenza delle suddette formalità di convocazione, qualora siano presenti il Presidente, il Tesoriere, il Segretario e in generale tutti i membri che compongono il Consiglio.

AL CONSIGLIO DIRETTIVO SONO ATTRIBUITE LE SEGUENTI FUNZIONI:
· delineare gli indirizzi generali dell’attività dell’Associazione;
· approvare l’eventuale Regolamento che disciplina lo svolgimento dell’attività dell’Associazione;
· le modifiche statutarie, per le quali occorre il voto favorevole del 70% dei votanti sia nella convocazione dell’Assemblea degli Aderenti che del Consiglio Direttivo;
· la legiferazione di delibere e iniziative, che vengono attuate solo se durante l’Assemblea del Consiglio Direttivo si abbia raggiunto il 50+%1 di voti favorevoli;
· in caso di parità di voti durante l’approvazione di delibere o di altri provvedimenti, il Consiglio Direttivo è tenuto a istituire un Referendum che coinvolgerà tutti gli associati dell’Associazione a votare (compresi i soci ordinari);
· In caso di parità di voti durante l’elezione di cariche associative, il Consiglio Direttivo è tenuto ad istituire un ballottaggio tra i candidati, assegnando la carica designata a colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli;
· la gestione dell'Associazione in ogni suo aspetto secondo gli indirizzi delineati dall'Assemblea e, in particolare, il compimento di atti di amministrazione ordinaria e straordinaria in relazione agli indirizzi ricevuti e agli scopi prefissati dell’Associazione;
· la nomina del Presidente dell’Associazione, del Segretario, del Tesoriere, del Revisore dei Conti e del Direttore della Rivista Artemisia, tra i Consiglieri eletti (che compongono il Consiglio);
· nomina un gruppo di Volontariato, il G.V.A.I., a fini umanitari e ambientali, in linea con i principi e l’etica dell’Associazione Italus, nominando un capo-gruppo con voto favorevole del 50%+1, il gruppo di volontariato è a tempo determinato fino a quando il fine non si sia raggiunto;
· ha il potere e il dovere di sopprimere e sciogliere, in caso di non corretta gestione o di non osservanza del presente statuto, eventuali sedi associative locali o a carattere regionali;
· la predisposizione annuale del bilancio preventivo e del rendiconto consuntivo;
· l’approvazione e la modifica del format della rivista Artemisia, del sito internet ufficiale dell’Associazione e del Centro Studi Italus;
· supervisiona, insieme al Presidente dell’Associazione, la corretta funzione e svolgimento amministrativo dell’Italus Edizioni, nominando con il 50%+1 di voti favorevoli il responsabile del progetto;
· l'ammissione all'Associazione di eventuali Soci Fondatori, diversi da coloro che hanno fondato la Italus.


    -PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE
Il Presidente viene eletto dal Consiglio Direttivo con il voto favorevole del 50%+1.
La sua carica dura 5 (cinque) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

AL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE SONO ATTRIBUITE LE SEGUENTI FUNZIONI:
· Costituisce la rappresentanza dell'Associazione stessa di fronte ai terzi e in giudizio.
· Cura l'ordinaria amministrazione dell'Associazione, sulla base delle direttive emanate dall'Assemblea e dal Consiglio Direttivo, al quale comunque riferisce circa l'attività compiuta.
· In casi eccezionali di necessità e urgenza può anche compiere atti di straordinaria amministrazione, ma in tal caso deve contestualmente convocare il Consiglio Direttivo per la ratifica del suo operato.
· Convoca e presiede: l'Assemblea degli Aderenti; il Consiglio Direttivo; cura l'esecuzione delle relative deliberazioni; sorveglia il buon andamento amministrativo dell'Associazione e dei suoi progetti ed eventi; verifica l'osservanza dello Statuto e dei Regolamenti, promuovendone la riforma ove se ne presenti la necessità.
· Cura la predisposizione del bilancio preventivo e del bilancio consuntivo da sottoporre, per l'approvazione, al Consiglio Direttivo, corredandoli di idonee relazioni.
· Cura i rapporti, ed è a contatto diretto, con associazioni o altri enti con i quali Italus intenda stringere rapporti utili al raggiungimento degli scopi prefissati dalla stessa Associazione.
· Cura i rapporti, ed è in contatto diretto, con tutti gli enti o iniziative sostenute dall’Associazione Italus, garantendo l’effettivo svolgimento e compimento di quanto ci si propone.
· È il presidente del Centro Studi Italus, e nomina direttamente eventuali collaboratori.
· E' in contatto diretto con il Capo Gruppo del G.V.A.I.


   -VICE PRESIDENTE
Il Vice Presidente dell’Associazione viene eletto, tra i Consiglieri eletti del Consiglio Direttivo, direttamente dal Presidente senza ricorrere a consultazioni o votazioni, la sua carica dura per tutto il mandato del Presidente dell’Associazione, esso può essere rieletto per due mandati consecutivi.
Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in ogni sua attribuzione ogni qualvolta questi sia impedito all'esercizio delle proprie funzioni.
Il solo intervento del Vice Presidente costituisce per i terzi prova dell'impedimento del Presidente.


   -COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Contestualmente all’elezione del Presidente, il Consiglio Direttivo deve eleggere un Tesoriere, un Segretario
ed un Revisore dei Conti. Queste tre cariche vanno a formare il Collegio dei Revisori dei Conti.

Al Collegio dei Revisori dei Conti è affidato il compito di curare il controllo delle spese e sorvegliare la gestione amministrativa per poi riferire all’assemblea del Consiglio Direttivo in sede di approvazione del bilancio.
I componenti del Collegio dei Revisori dei Conti hanno l’obbligo di visionare e garantire la regolarità amministrativa ed economica dell’Associazione Italus.
In caso di incongruenze con l’etica e lo statuto dell’Associazione, essi sono obbligati a segnalare con apposite
lettere firmate il fatto al Presidente dell’Associazione, al Consiglio Direttivo e in ultimo all’Assemblea degli Aderenti. In mancanza di questo sarà l’intero Collegio dei Revisori dei Conti ad assumersi tutte le responsabilità di fronte ai terzi e anche in giudizio.

In caso di incongruenze con i conti dei beni economici mobili o immobili e delle spese dell’Associazione, sarà
il Collegio dei Revisori dei Conti a dover dare spiegazioni e ad assumersi tutte le responsabilità di fronte ai terzi e anche in giudizio, e nel caso a riparare il bilancio a proprie spese.

Il Collegio dei Revisori dei Conti ha il compito di controllare la regolarità dei bilanci e dei libri contabili e, qualora ravvisi delle irregolarità, ha il potere di richiamare il Consiglio Direttivo ai suoi doveri.
A tale scopo il Collegio si riunisce almeno 2 (due) volte all’anno.



   -TESORIERE
Il Tesoriere viene eletto dal Consiglio Direttivo con il voto favorevole del 50%+1.
La sua carica dura 5 (cinque) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

Il Tesoriere cura la gestione della cassa dell'Associazione Italus e ne tiene idonea contabilità, effettua le relative verifiche, controlla la tenuta dei libri contabili, predispone, dal punto di vista contabile, il bilancio consuntivo e quello preventivo dell’Associazione.

AL TESORIERE DELL’ASSOCIAZIONE SONO ATTRIBUITE LE SEGUENTI FUNZIONI:
· coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell'esplicazione delle attività esecutive che si rendano necessarie od opportune per il funzionamento dell'amministrazione dell'Associazione.
· si occupa della riscossione delle entrate e del pagamento delle spese in conformità alle decisioni del Consiglio Direttivo.
· cura i Registri della Contabilità.
· predispone lo schema del progetto di bilancio preventivo e consecutivo, che sottopone al Consiglio Direttivo entro il 10 del mese di Dicembre.


   -SEGRETARIO
Il Segretario viene eletto dal Consiglio Direttivo con il voto favorevole del 50%+1.
La sua carica dura 5 (cinque) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

AL SEGRETARIO DELL’ASSOCIAZIONE SONO ATTRIBUITE LE SEGUENTI FUNZIONI:
· la verbalizzazione delle riunioni dell'Assemblea degli Aderenti e del Consiglio Direttivo.
· coadiuva il Presidente e il Consiglio Direttivo nell'esplicazione delle attività esecutive che si rendano necessarie od opportune per il funzionamento dell'amministrazione dell'Associazione Italus.
· la tenuta del Libro Verbali Assemblee, del Libro Consiglio Direttivo e del Libro degli Aerenti (tesserati) all'Associazione.
· la tenuta dei Registri dell'Associazione nonché alla conservazione della documentazione relativa, con l'indicazione nominativa dei soggetti eroganti.
· la conservazione e la registrazione negli appositi libri dei verbali delle riunioni degli organi collegiali: Assemblea, Consiglio Direttivo, Collegio dei Revisori dei Conti.


   -REVISORE DEI CONTI
Il Revisore dei Conti viene eletto dal Consiglio Direttivo con il voto favorevole del 50%+1.
La sua carica dura 3 (tre) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

Verifica la regolare tenuta della contabilità dell’Associazione e dei relativi libri, dando parere sui bilanci.
Il Revisore dei Conti ha il compito di controllare la regolarità dei bilanci e dei libri contabili e, qualora ravvisi delle irregolarità, ha il potere di richiamare i membri, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Consiglio Direttivo, ai propri doveri.




   -DIRETTORE DELLA RIVISTA ARTEMISIA
Il Direttore della Rivista Artemisia viene eletto dal Consiglio Direttivo con il voto favorevole del 50%+1.
La sua carica dura 3 (tre) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.
In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

Il Direttore della Rivista cura la gestione della rivista in tutte le sue parti, insieme al grafico-impaginatore ne cura e imposta l’impaginazione e la grafica. A tale figura compete l'ordinaria amministrazione della Rivista “Artemisia” e delle sue rubriche, sulla base delle direttive emanate dal Presidente dell’Associazione, dall'Assemblea e dal Consiglio Direttivo, al quale comunque riferisce circa l'attività compiuta e da compiere.

Al Direttore spetta la rappresentanza della Rivista stessa di fronte ai terzi e anche in giudizio.
Il Direttore garantisce che tutte le Rubriche che compongono la Rivista siano complete e che non vi siano incongruenze con le direttive emanate dal Consiglio Direttivo.
Il Direttore della Rivista elegge uno o più (a seconda delle necessità) Redattori senza ricorrere a consultazioni o votazioni. Il Redattore può anche non essere Consigliere eletto del Consiglio Direttivo, ma non può essere eletto tra i Soci Ordinari.


   -REDATTORE DELLA RIVISTA ARTEMISIA
Al Redattore della Rivista Artemisia compete la gestione di tutti gli articoli e rubriche della Rivista “Artemisia”.
Il Redattore deve visionare ed eventualmente correggere tutti gli articoli che andranno pubblicati sulla rivista, classificandoli nelle corrispettive rubriche, garantendone inoltre la compatibilità con l'etica, lo statuto e il regolamento dell'Associazione Italus. In caso di articoli/reportage incompatibilità egli è obbligato a segnalare il fatto al Direttore della Rivista, o sarà tenuto ad assumersi tutte le responsabilità di fronte ai terzi e anche in giudizio.
Al Redattore spetta il compito di sorvegliare sul rispetto dei termini di scadenza e delle modalità prestabilite dalle direttive emanate dal Direttore della Rivista e dal Consiglio Direttivo dell’Associazione Italus.
La sua carica dura per tutto il mandato del Direttore della Rivista e può essere rieletto per più mandati consecutivi.


   -CENTRO STUDI ITALUS (C.S.I.)
Il Centro Studi dell’associazione Italus riunisce tutte le persone interessate, sia professionisti e sia appassionati, che hanno un serio interesse per lo studio:
ü dei diversi aspetti delle culture del mondo;
ü sulla tutela dell’ambiente e del patrimonio culturale italiano (paesaggio e beni culturali);
ü di studiare, tutelare e informare sulla spiritualità Wicca e in generale Neopagana;
ü di studiare le scienze naturali come supporto alla medicina occidentale;
ü cercare di studiare uno sviluppo sociale, economico e tecnologico in armonia con la natura;
ü di organizzare progetti di interesse sociale.

Il Centro Studi persegue i seguenti obiettivi:
ü pubblicare i risultati delle ricerche promosse dall’Associazione Italus sulla rivista di “Artemisia” o realizzando eventuali monografie a stampa;
ü promuovere e partecipare a incontri, seminari, conferenze e convegni relativi agli scopi dell’Associazione Italus;
ü collaborare con enti pubblici e privati che perseguano scopi analoghi a quelli dell’Associazione Italus.

Il Centro Studi non è a scopo di lucro, le risorse per lo svolgimento delle proprie attività sono costituite dalle quote dei soci e da eventuali contributi di privati o enti pubblici.
Può collaborare con il Centro Studi chiunque condivida i principi e gli scopi dell’Associazione Italus.
Il responsabile del C.S.I. è lo stesso Presidente dell’Associazione.
   -G.V.A.I., IL GRUPPO DI VOLONTARIATO DELL’ASSOCIAZIONE ITALUS
Il Gruppo di Volontariato dell’Associazione Italus, abbreviato in G.V.A.I., ha carattere no-profit ed è in linea con l’etica e gli obiettivi dell’Associazione Italus.
I componenti sono persone che volontariamente e liberamente hanno aderito al “reclutamento” tramite volontaria richiesta di adesione.
Il G.V.A.I. ha durata variabile nel tempo, esso può essere formato per brevi periodi o in modo permanente.
Possono essere presenti e formati più di un G.V.A.I. sul territorio italiano, locale o regionale.

Il G.V.A.I. viene formato dal Consiglio Direttivo il quale, con voto favorevole del 50%+1, elegge un Capo Gruppo. In caso di parità durante l’elezione dei candidati si ricorre al ballottaggio, rivestendo la carica colui che abbia ottenuto il maggior numero di voti favorevoli.

Il Capo Gruppo del G.V.A.I. è il coordinatore generale dell’intero gruppo, e ha il compito di garantire l’effettivo svolgimento dell’azione dei volontari, secondo le direttive prestabilite dal Consiglio Direttivo. Egli è in stretto rapporto con il Presidente dell’Associazione e lo tiene costantemente aggiornato sui risultati, le esigenze e le operazioni del G.V.A.I.
Il Capo Gruppo del G.V.A.I. decade quando il gruppo stesso viene sciolto, e ogni volta che esso viene formato si ricorre ad elezione come previsto per tutte le cariche associative.
Se il G.V.A.I. viene formato per durata permanente, in questo caso, la carica di Capo Gruppo dura 3 (tre) anni e può essere rieletto per due mandati consecutivi.

Il Gruppo di Volontariato dell’Associazione Italus viene formato in caso di urgenza umanitaria e/o ambientale, e può essere sciolto quando la stessa emergenza termina (emergenze tipo petrolio su spiagge, terremoti o alluvioni) o quando il G.V.A.I. risulta inadempiente negli obiettivi prefissatosi.
Il Gruppo e i suoi Volontari vengono assistiti e finanziati interamente dall’Associazione Italus, dalle quote dei soci e da eventuali contributi di privati o enti pubblici.
Ogni volta che il Gruppo di Volontariato prende forma, il suo logo di riconoscimento è composto dalla scritta G.V.A.I.[1]
La partecipazione al G.V.A.I. come volontario è incompatibile con qualsiasi forma di lavoro subordinato e autonomo e con ogni altro rapporto di natura patrimoniale con l’Associazione.


4)       Libri dell’Associazione
Oltre alla tenuta dei libri prescritti dalla legge, l’Associazione tiene i seguenti libri:
· i Registri della Contabilità,
· il Libro dei Verbali delle riunioni delle Assemblee degli Aderenti,
· il Libro dei Verbali delle Riunioni del Consiglio Direttivo,
· il Libro dei Verbali delle Riunioni del Collegio dei Revisori dei Conti,
· il Libro degli Aderenti (tesserati/soci) all’Associazione Italus,
· il Libro dei Registri dell’Associazione Italus.
Tutti devono essere costantemente aggiornati e idoneamente custoditi.




[1] In formato: Mufferaw, regular, 350 pt, traccia 8 pt nero (c0 – m0 – y0 – k100), riempimento azzurro (c100 – m50 – y0 – k0) / Modern No. 20, regular, 5 pt, riempimento nero (c0 – m0 – y0 – k100); il tutto affiancato dal logo della stessa Associazione Italus.